• Torna ^ Su



  •  

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    .........................

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     


     

     

     

     

     

     

     

     

     

    DIZIONARIO INGLESE PIEMONTESE

     

    Con corrispondenza di pronuncia e traduzione in italiano per anglosassoni in Piemonte.

     

     

     

    PAROLE  SINGOLE:

     

    AS

    asse

    BACK

    becco, cornuto

    BEEN

    bene, d’accordo

    BELL

    bello, piacevole

    BLOCK

    buca del bigliardo, blocco

    BRASS

    arto superiore, braccio

    BRICK

    altura, punta di montagna

    BROAD

    consommè, brodo

    BOOK

    caprone

    BUS

    piccolo, basso

    BUT

    picchia, urta

    BONE

    buono, capace

    BOTH

    urto, colpo

    BOOT

    bottiglietta, biberon

    BOOTY

    bottiglie

    BOOWL

    ammaccatura, tassa di circolaz.

    CALL

    collo

    CAR

    costoso

    CARD

    cardo

    CARTOON

    carro a trazione animale

    CHEAT

    piccolo, bambino

    CHESS

    servizio igienico

    CHOKE

    diverbio, discussione animata

    COOL

    quello

    CORN

    corno, tradimento

    COY

    cavolo

    COWS

    pedata, calcio

    COOP

    tegola

    CRAWL

    crollo

    CRAVAT

    capretto

    CREEK

    sollevatore

    CRICKET

    arpionismo, attrezzo meccan.

    CROAK

    gancio

    CROOK

    tedesco

    CUP

    capo, superiore

    CUT

    compro

    DOOR

    prezioso, di oro

    DUST

    Astigiano

    FAIR

    ferro

    FAITH

    fatto

    FALL

    matto, fesso

    FEE

    fico

    FEEL

    filo

    FEET

    affitto

    FREEZE

    briciole

    FREIGHT

    bassa temperatura, freddo

    GRASS

    obeso, grasso

    GREASE

    grigio, attempato

    GROUP

    nodo

    HOUSE

    alzo (di mira)

    HOME

    uomo

    I

    aglio

    I.M.I. (sigla)

    non c’è mai

    KEEN

    chino

    KNEES

    livido

    LABEL

    è bello

    LAYOUT

    ce l’ho alto

    LATHER

    ladro, disonesto

    LEAN

    lino

    LEST

    svelto

    LET

    letto, giaciglio

    LIGHT

    latte

    LOAN

    quello

    LOVER

    labbra

    MACK

    soltanto, solamente

    MAGAZINE

    magazzino, disordine

    MAN

    mano

    MAY

    meglio, parenti di chi parla

    MAT

    matto, spostato

    MOON

    mattone

    NANCY

    (nome proprio) - non qui

    OUT

    altro, alto

    PACE

    peggio, peggiore

    PARTI

    avviati (imperativo)

    PATH

    patto, accordo

    PEACE

    urina

    PET

    flatulenza intestinale gassosa

    PICK

    piccone

    PIN

    pieno

    PUSS

    pozzo

    R.A.M. (sigla)

    appendice dell’albero

    RACE

    radice

    RAID

    rigido, acciaccato

    REBEL

    confusione, re bello (carte)

    REED

    ride

    RICK

    ricco, agiato

    ROOT

    rotto, non integro

    RUSE

    rosso

    RUTH

    suono digestivo

    ROUTINE

    piccolo suono digestivo

    SAY

    so (verbo sapere)

    SEARCH

    cerchio

    SET

    num. Sette

    SCAN

    questo cane

    SCRATCH

    rapida espulsione liquida orale

    SCREEN

    questo maiale

    SCHOOL

    canale di scolo, malattia venerea

    SCOOP

    questa tegola

    SELLER

    sedano

    SINGER

    nomade, zingaro

    SLEEP

    capo intimo maschile

    SMAZE

    questo mese

    SO

    suo

    SOAP

    zoppo, invalido

    SOLD

    danaro

    SON

    questo

    SPEACK

    questo piccone

    SPIN

    questo pino

    SPOKE

    questo poco

    STACK

    questo tacco (di scarpa)

    STAMP

    questo tempo (metereologia)

    STEACK

    stuzzicadenti

    STICK

    ghiacciolo

    STOCK

    questo pezzo

    STOOP

    intasato

    SUN

    sano

    SWITCH

    sveglio

    TEN

    tieni

    THROAT

    andatura del cavallo - trotto

    TIE

    taglio

    T.I.R

    tiro

    TALK

    pezzo

    TIMBER

    timbro, tampone

    TORCH

    torchio

    TRUCE

    torsolo

     

     

     

    PAROLE COMPOSTE:

     

    A CELL

    acciaio

    ARE HOST

    arrosto

    ARE “T” CHOKE

    carciofo

    A NEW

    annegano

    BABY US

    rospo

    BAR HOT

    contadino

    BAR HOT US

    villico (dispregiativo)

    BLOCK AT

    blocchetto

    BRASS A LET

    braccialetto

    BRICK AT

    fiammifero

    BRIG ANT

    brigante

    BRILL ANT

    pietra preziosa, diamante

    BUS ME

    baciami

    BUS IN

    bacinella, bacetto

    BOON AT

    cappello,  dolce tipico al cioccolato

    BOOK AT

    mazzolino (di fiori)

    BOOK IN

    bocchino da fumo

    BUS TONE

    bastone

    BUST ALONE

    è sufficiente quello

    BUST HARD

    senza padre

    CARRIED OUT

    caricare altro

    CAR AT

    carretto

    CIGAR AT

    sui calcagni

    CHEEK IN

    Francesco

    COME IN

    camino

    COME YOU

    autocarro

    COOL AT

    colletto

    COWS AT

    calza

    COOP IS

    cranio

    COOPER TONE

    pneumatico

    CUP LOT

    tappino (valvola di bici)

    CRAVAT IN

    farfallina, piccola cravatta

    CRIB YOU

    esclamazione

    COAT IN

    gonna

    CUP IS

    capisce

    CUT ARE

    secrezione respiratoria, catarro

    CUT IN

    catino

    CUT R.A.M

    rivestimento bituminoso

    DEEP END

    dipende

    FANS OUT

    fai un salto

    FALSE OUT

    fa il salto

    FILL AT

    taglio di carne (filetto)

    FEEL IN

    piccolo quantitativo, piccolo filo, poco poco

    FLIP HOT

    diminutivo (Filippo)

    FULL A TONE

    grande scemo

    FUCK IN

    portatore, uomo di fatica

    FUCK OUT

    la temperatura è aumentata

    GRILL AT

    contenitore per cibi

    LEAN OUT

    lì un altro

    LET IN

    culla o letto per bimbi

    LET OUT

    letto alto

    NAP PULL HOT

    immigrato partenopeo

    MAKE UP

     il mio capo

    MAT HOT

    bambino

    MICKEY MOUSE

    io che mi alzo

    PAST IS

    pasticcio, confusione

    PEACE AT

    ricamo all’uncinetto

    PEACE EIGHT

    più sete

    PEACE HOLD

    maggiore danaro

    PEACE TONE

    stantuffo, pestone

    PEACE TRUCK

    più stanco

    PHASE OUT

    fare i salti

    PICK AN

    più cani

    PICK AT

    paletto

    PICK UP

    più capi

    PIG ROSE

    più grosso

    PICK RAT IN

    più cretino

    PIN HOT

    Giuseppe

    PIN IN

    diminutivo (Giuseppe)

    PIN OUT

    più in alto

    PIN “C”

    pinze

    PIN “N”

    non più

    PIN TONE

    bottiglione

    PLAN DRONE

    pigrone

    PULL AT

    pulcino

    PULL HOT

    poliziotto

    PUMP EAST

    pane pestato

    R.A.M. AT

    piccolo ramo

    R.A.M. IN HOT

    pentolino

    R.A.M. US AT

    spazzolino

    R.A.M. US IN

    prugnetta

    RAT IN

    topolino

    RAT US

    topone (di fogna)

    RUN A BOAT

    ranocchio

    SCREEN AT

    questo maialino

    SCREEN HOT

    idem

    SCREEN SOAP

    questo maiale zoppo

    SEE YOU LOT

    cipollina

    SENSE OUT

    certamente

    SMART HELL

    questo martello

    SPIN AS

    spinaci

    SPIN HOT

    spinotto (elettrico)

    STAND ALONE

    fare asciugare quello

    STACK IS

    questo indisponente

    STICK UP

    questi capi

    STOCK AT

    questo pezzettino

    STOOP IN

    questo vaso da notte, stoppino

    SWITCH US

    molto furbo

    TAP IS

    tappeto

    TEN SON

    tieni questo

    THE CHEESE

    risoluto, determinato

    THESE COWS

    scalzo

    TIE AT

    piccolo taglio

    TIE A RING

    tagliatelle

    TOY YOU

    Vittorio

    TO LET

    barattolino di latta

    TO MEAN

    piccola forma di formaggio

    TOUR AT

    fontanella

    TOUR IN ACE

    Abitante di Torino

    T.I.R. AT

    cassetto

    US HILL

    aceto

     

     

     

     

    DIZIONARIO INGLESE - PIEMONTESE

    con pronuncia dialettale Piemontese.

     



    A bike [e,ei][baik] Ora guardo
    A new lot [ei][nju:][lot] Tipo di pasta ripiena
    A steam [ ei][sti:m] All'incirca, approssimativamente
    An both [æn][bouø] L'una
    At sent [æt][sent] Ti ascolto, (Egli ti ascolta)

     



    Back
    [bæk] Il becco (idiom. Sarah's back!: Taci, una buona volta!)
    Bay [bei] Belli, di gradevole aspetto
    Be-cell [bi:][sel] Bicchiere
    Been [bi:n] Bene
    Bike-a [baik] [ ei] Guarda
    Bike-a-been [baik] [ei][bi:n] Guarda con attenzione
    Bike-a-lee [baik] [ei][li:] Guarda lì
    Bike-a-sea [baik] [ei][si:] Guarda qui
    Board [bo:rd] Bordo, margine
    Book [buk] Foro, orifizio
    Book indoor [buk] [in'do:r] Boccuccia d'oro (vezz.)
    Boot-a-lean [bu:t] [ei] [li:n] Botticella (fig.: Persona rotondetta e di bassa statura)
    Brass [bra:s] Braccio
    Brass-a-let [bra:s] [ei] [let] Bracciale
    Brick [brik] Altura, picco inaccessibile
    Broad [bro:d] Brodo
    Bruce [bru:s] Formaggio fermentato piccante
    Bus [bas] Basso, piccolo
    Bus in [bas] [in] Catino, mastello
    But [bat] Picchia! Percuoti!
    But-easter [bat] [i:ster] Battista (esempio: Me soon But-easter / Il mio nome è Battista)

     



    Call
    [koll] Collo (fig. Man a call / Aggressione fisica. Come palm man a call / lett. "Egli si comporta in modo manesco")
    Can a got [k&aelign] [ei][got] Cane e gatto (fig. Soon can a got / Antipatia profonda e reciproca)
    Can cell [kæn][sel] Infisso metallico (dim. Can cell-in)
    Can soon [kæn][su:n] Breve componimento musicale
    Cake 'cause [keik][koi:z] Qualche cosa
    Car [ka:r] Costoso, caro
    Car lean [ka:r] [li:n] Diminutivo di Carlo
    Card [ka:rd] Cardo
    Care-ask [ker] Comune di Cherasco (CN)
    Cartoon [ka:rtu:n] Carro a trazione animale (fig.Veicolo in pessimo stato di manutenzione)
    Cent [sent] Ascolta (esempi: Cent see, Cent been, Cent so see)
    Cheat [ci:t] Piccolo (vezz.: Figliolo). Been cheat / Molto piccolo
    Chess [ces] Ritirata, gabinetto
    Choke [ciouk] Diverbio (cfr. Call)
    Christian door ['kristien] [do:r] Esclamazione di disappunto
    Cigar-soon [si'ga:r][su:n]Questi lavoranti (Cigar-soon soon fort / Questi lavoranti sono muscolosi)
    Cigarette [si'ga:ret] Questi tacchi (Cigarette soon out-bus / Questi tacchi sono alti-bassi)
    CNN [si:][en][en] lett. "Qui non c'é"
    Come- in [cam][in] "Comignolo, canna fumaria, camino
    Come pass moon [cam][pa:s][mu:n] Passami quel mattone (cameratesco)
    Come pass spoon soon [cam][pa:s][spu:n][su:n] Passami quel punzone
    Come-scooter [cam][sku:ter] (pron.americana) Dia retta a me
    Cool [ku:l] Quello (Cool lee / Quello lì)
    Cool hat [ku:l][hæt] Colletto
    Cow-lee-Moore [kau][li:][mu:r] Comune di Cavallermaggiore (CN)
    Cow-set [kau][set] Pedalino (See cow-set soon bay / Questi calzini sono graziosi)
    Cows [kaus] Pedata, calcio (singolare e plurale)
    Cream-in-all [kri:m][in][a:l] Delinquente, pericoloso malfattore
    Crisp of house [krisp][ov][haus] Esclamazione di sorpresa e disappunto
    Cue-arch [kju:][arc] Coperchio
    Cup [kap] Superiore in via gerarchica
    Cup-lean [kap][li:n] Piccolo copricapo
    Cut-in [kat][in] Bacinella

     



    Dance
    [da:ns] Viscoso
    Do rest [du:][rest] D'altra parte
    Do set [du:][set] Vino Dolcetto (Boone's do-set sea / E' buono questo Dolcetto)
    Dust [dast] Astigiano

     



    Fair
    [fer] Ferro
    Fall [fo:l] Scemo, infermo di mente
    Fans-out [fæns][aut] Fai/Fare un salto (Fans-out been out, ecc.)
    Fast-tree [fa:st][tri:] Lett. "Fa schifo"
    Fee Dick [fi:][dik] Fegato
    Feel [fi:l] Cordicella, filo
    Feet [fi:t] Pigione affitto (An feet cream-in-all / Un canone esorbitante)
    Few lean [fju:][li:n] Ragazzino
    Flip [flip] Filippo (dim.: Flip-hot)
    Fool-and-run [fu:l][ænd][run] Zuzzerellone
    Freak an do [fri:k][æn][du:] Persona particolarmente ingenua
    Freezer [fri:ser] (Pron.
    Americana) briciola

     



    Goes
    [gous] Gas
    Got in [got][in] (Pron. Americana) Micetto
    Got us [got][as] (Pron.
    Americana) Gattaccio
    Grease [gri:s] Grigio, spento
    Group [gru:p] Nodo

     



    Harry's pet
    ['hæris][pet] Lett. "Rispetto a..."
    He corn [hi:][ko:rn] Le corna
    He's too [hi:s][tu:] Bestemmia
    Hey pence [hei][pens] Ci penso
    Home [houm] Uomo
    Human tell...
    ['hju:man][tel] Lett.: "Li abbiamo nel..." (Human cell-let /Li abbiamo sul letto; Human tell grass / Li conserviamo nel grasso)

     



    I
    [ai] Aglio
    I a seen [ai][ei][si:n] Calli

     



    Jaw-an
    [dzu:][æn] Giovanni
    Jew-an-hot [dzu:][æn][hot] Giovanotto

     



    Knees
    [ni:s] Livido

     



    Lay soon
    [lei][su:n] Spartineve
    Lean [li:n] Lino
    Lean out [li:n][aut] Eccone lì un altro
    Lee moon [li:][mu:n] Limone (Soon car sea lee-moon / Questi limoni costano cari)
    Let [let] Letto, giaciglio
    Light [lait] Latte
    Look at [lu:k][æt] Luchetto
    Lord [lo:rd] Alticcio, ubriaco
    Love-trees [lav][tri:s] Lavatrice
    Lover [laver] Labbro

     



    Mack
    [mæk] Soltanto (mack so see / soltanto questo)
    Make-up [meik][ap] I miei superiori
    Mars soon [ma:rz][su:n] Tisico, tubercolotico
    May [mei] Meglio
    Me [mi] Io
    Me can't bean [mi][kænt][bi:n] Io canto bene
    Me-clean [mi][cli:n] Diminutivo di Michele
    Me cut [mi][kat] Io compero
    Me soon [mi][su:n] Io sono (Me soon out, Me soon Bell, Me soon fall, ect.)
    Met he-cool-whose [met][i][cu:l][hu:z] Persona molto scrupolosa
    Meet chop [mi:t][ciop] Ti agguanto, ti acciuffo
    Meet mass [mi:t][mæs] Ora ti ammazzo
    Men too [min][tu:] Il mento
    Merry-a ['meri][ei] Granoturco
    Miss cup [mis][kap] Io taglio la corda
    Miss pet [mis][pet] Io aspetto
    Moon [mu:n] Mattone
    More fell [mo:r][fel] Secrezione nasale
    Mouse [maus] Mi alzo
    Much-a-fair [mac][ ei][fer] Scarto di fonderia
    Must-in [mast][in] Cane da combattimento, mastino

     



    Need
    [ni:d] Nido
    Noose [nu:s] Noce (albero / frutto)
    Noose-ale [nu:s][eil] Un uccello
    Now [nau] Nave

     



    Out
    [aut] Alto

     



    P.set
    [pi:][set] Ricamo fatto a mano
    P.soon [pi:][su:n] Persona incontinente, che non trattiene la minzione
    P.toast [pi:][toust] Piuttosto
    Party [pa:rti] Andarsene
    Pass tea soon [pa:s][ti:][su:n] Persona confusionaria
    Pass us talk [pa:s][as][to:k] Lett.:"Porgimi quel pezzo"
    Pat-a-truck [pæt][ei][trak] Grosso guaio, inconveniente
    Peace [pi:s] Orina
    Peace a can [pi:s][ei][cæn] Fungo non commestibile
    Peace thin [pi:s][øin] Persona pignola / permalosa
    Pearcy [persil] Pesca (frutto), il pesco
    Penn-to [pen] [tu:] Pettine
    Pet [pet] Flatulenza
    Phil [fi:l] Filo, spago
    Phil-at [fi:l][æt] Taglio pregiato di carne
    Pick [pik] Piccone
    Pie-sun [pai][sun] Villico
    Pin-bus [pin][bas:] Più in basso (Pin out / più in alto)
    Pin-hot [pin][hot] Diminutivo di Giuseppe (anche Pin in)
    Pitch-you [pich][ju:] Attributo maschile
    Politic-hunt['politik][hant] Politicante
    Pooh Daisy [pu]['deizi] Se potessi
    Pooh lance[pu][la:ns] Pollenzo, Frazione del Comune di Bra (CN)
    Pooh-last [pu][la:st] Pollo
    Pooh set [pu][set] Caditoia, tombino
    Pooh's-thin [pus][øin] Portalettere
    Poor cell [pu:r][sel] Suino
    Poor seen [pu:r][si:n] Fungo commestibile pregiato
    Poor tall [pu:r][to:l] Portale, varco di una certa larghezza
    Port-Hugh-all [po:rt][hju:][a:l] Arancia (varietá di...)
    Pump-east [pamp][i:st] Pane secco grattugiato
    Pull moon [pul][mu:n] Organo respiratorio

     



    Queen touch
    [kwi:n][tach] Tipica esclamazione piemontese

     


    Ranch-in
    [ra:nch][in] Avaro, tirchio
    Randy [randy] Rendere (Soon-see a rendy's pooh-last / Sono venuti a restituire questo pollo)
    Reeve at[ri:v][æt] Chiodo ribattuto
    Reeve us [ri:v][as] Scarpata, riva scoscesa (generalmente incolta)
    Root [ru:t] Rotto, fuori servizio

     



    School
    [sku:l] Malattia venerea
    Scoop [sku:p] Scoop
    Scoop us [sku:p][as] Scapaccione, schiaffo
    Scratch [skræt] Sputo
    Screen [skri:n] Questo maiale
    Sea-lance he [si:][la:ns][hi:] Quiete, silenzio
    Sea-us[si:][as] Setaccio
    Seen Dick [si:n][dik] Sindaco
    Sense-a-sense [sens][ei][sens] Del tutto privo di logica
    Sense out [sens][aut] Certamente
    Serve I [se:rv][ai] Selvatico (fig. bizzoso)
    Set [set] Sette (numero)
    Seven-me, twenty? [seven][mi]['twenti] Se vengo io, vieni anche tu?
    Seventy [seven'ti] Nel caso tu venga
    Siamese [saie'mi:z] Questi amici
    Since-cent [sins][sent] Cinquecento
    Sir pant [se:r][pænt] Serpente
    Sir vicious [se:r]['visius] Servizievole
    So post [sou][poust] Lett.: "Il suo posto" (Come pass talk a so post /Metti a posto questo pezzo; Loom an cool post / Ce l'abbiamo in quel posto)
    Soap[soup] Zoppo, claudicante
    Sold [sould] Soldo, moneta (Since-cent sold)
    Son [sun] Questo
    Soon lee [su:n][li:] Sono lì (Soon sea / Sono qui)
    South [sauø] Salto
    South-he-soon [sauø][hi:][su:n] Salsiccione
    Spirit-wall [spairit][wo:l] Incorporeo, spirituale (An homespirit-wall: dicesi di persona di animo elevato)
    Spirit-whose [spairit][hu:z] Arguto, divertente
    Spoon to-sea[spu:n][tu][si:] Giunti a questo punto
    Squeeze [skwi:z] Cigolare
    Stack [stæk] Stuzzicante
    Steel [sti:l] Stile, eleganza
    Steward-me ['stju:ard][mi] Questo lo guardo io
    Stock [stok] Questo pezzo
    Sue lot [su:][lot] Cipolline (anche: Sue lean)
    Sun-a-Tory [san][ei][to:ri] Ospedale cronicario
    Sun Crown [san][krou] Cavolo/i
    Switch [swich] Sveglio, veloce

     



    Theeth say fall
    ['ti:a][sei][fol:] Ma tu sei pazzo!
    Ten [ten] Prendi, agguanta
    The cheese [de][chi:z] Deciso, determinato
    The steep sea [de][sti:p][si:] Di questo genere
    These cows [di:z][kaus] Scalzo
    Three fool-a [øri:][fu:l][ei] Tartufo
    Tie [tai] Taglio
    Tie-a-ring [tai][ei] [rin] Tagliatelle
    To let [tu][let] Barattolino
    To mean [tu][mi:n] Piccolo formaggio fresco
    To rent [tu][rent] Torrente
    To scan [tu][skæn] Sigaro italiano

     



    Us-us-in
    [as][as][in] Omicida, assassino

     



    Van cool post
    [væn][cu:l][post] "Vai a quel paese!" (Rafforzativo: Van
    cool post, oh pitch-you!)

     



    Way, sent
    [wei][sent] Lett.: "Ehi, ascolta!"
    Who-rend [hu:][rend] Orrido, disgustoso. Ma anche lett.: "Ciò è redditizio"
    Who speed all [hu:][spi:d][a:l] Ospedale

     

     

    Un po' di umorismo, detti, curiosità, colmi, ecc

     

     

     

    Colmo per una disoccupata: chiamarsi Assunta.

     

    Colmo per una dattilografa: ridere ad ogni battuta.

     

    Colmo per un viaggiatore: perdere il treno per essere andato al bar a prendere un espresso.

     

    Colmo per un venditore di camicie: sudarne 7 per venderne una.

     

    Colmo per un subacqueo: avere la testa fra le nuvole.

     

    Colmo per un sordo: non sentire ragioni.

     

    Colmo per un sacerdote: inchinarsi davanti ad un punto ... cardinale.

     

    Colmo per un generale: sentire freddo ... malgrado i gradi.

     

    Colmo per un esquimese: prendere delle decisioni a caldo.

     

    Colmo per un elettricista: mettere alla luce un figlio.

     

    Colmo per un elettricista: essere isolato.

     

    Colmo per un dentista: essere incisivo.

     

    Colmo per un contadino: piantare tutto e non ritornare più.

     

    Colmo per un contadino: non capire un cavolo.

     

    Colmo di un cacciatore: avere un uccello fra le gambe e non potergli sparare.

     

    Colmo di un graduato dell'esercito: avere un fratello minore Maggiore

     

    Colmo di un fruttivendolo: avere un figlio finocchio, non poterlo vendere.

     

    Colmo di un ape maschio: non poter entrare in casa perchè la moglie ha dato la cera.

     

    Colmo di un altoparlante: sentirsi male.

     

    Colmo dello stitico: nascere a Chicago.

     

    Colmo dello sciatore: diventare rosso di vergogna per essere rimasto al verde dopo una settimana bianca.

     

    Colmo della suora: prendere un cappuccino a letto.

     

    Colmo della siccità: un albero che corre dietro a un cane.

     

    Colmo della sarta: perdere il filo del discorso.

     

    Colmo della regina: essere bassa e farsi chiamare altezza.

     

    Colmo della maschera del cinema: fare luce in un film giallo.

     

    Colmo della gallina: covare un ovino.

     

    Colmo della cattiveria: portare un cieco a vedere un film muto.

     

    Colmo della biologa: essere una provetta lavoratrice.

     

    Colmo dell'orologiaio: avere la figlia sveglia.

     

    Colmo dell'ignoranza: non lo so.

     

    Colmo dell'idraulico: non capirci un tubo.

     

    Colmo dell'idraulico: avere il naso che gocciola.

     

    Colmo dell'avarizia: usare i coriandoli come carta igienica... da tutte e due i lati.

     

    Colmo dell'automobilista: fare il pieno con un assegno a vuoto.

     

    Colmo dell'autista: spegnere il motore soffiando sulle candele.

     

    Colmo dell'astronauta: essere un uomo terra-terra.

     

    Colmo del tipografo: essere un uomo di vecchio stampo.

     

    Colmo del sindaco: avere un'intelligenza fuori del comune.

     

    Colmo del pugile: andare fino alla stazione per prendere un diretto.

     

    Colmo del postino: perdere la posta in gioco.

     

    Colmo del pizzaiolo: avere una moglie che si chiama Margherita che ogni 4 stagioni fa la capricciosa.

     

    Colmo del pilota e della hostess: capirsi al volo.

     

    Colmo del pescatore: avere una moglie sarda che si chiama Alice.

     

    Colmo del pasticciere: avere fra i suoi clienti la crema della società.

     

    Colmo del paracadutista: cadere dalle nuvole.

     

    Colmo del paracadutista: giurare di non cascarci più.

     

    Colmo del musicista: farsi accompagnare al piano dal ragazzo dell'ascensore.

     

    Colmo del muratore: firmare le sue opere in calce.

     

    Colmo del miliardario: esprimersi in parole povere.

     

    Colmo del marinaio: salpare con il morale a terra.

     

    Colmo del macellaio: rinunciare ai piaceri della carne.

     

    Colmo del macellaio: avere la moglie vacca.

     

    Colmo del ladro: rubare del formaggio già grattato.

     

    Colmo del ladro: rubare del formaggio già grattato.

     

    Colmo per un cieco: andare al cinema a vedere un film muto.

     

    Colmo per un cane: avere una bella gatta da pelare.

     

    Colmo per un avvocato: stare seduto a leggere ... Diritto.

     

    Colmo per il Premier Britannico: farsi prendere dall' IRA.

     

    Colmo di una maestra: non aver classe.

     

    Colmo di una giostra: essere presa in giro.

     

    Colmo di una balena innamorata: innamorarsi in un baleno.

     

    Colmo di un veterinario: avere in ambulatorio 4 gatti da curare.

     

    Colmo di un santo: lamentarsi di avere un cerchio alla testa.

     

    Colmo di un ricettatore: doversi sbarazzare di una partita di frigoriferi che scottano.

     

    Colmo di un pilota di Formula 1: avere un figlio turbolento.

     

    Colmo di un pesce: perdersi in un bicchiere d'acqua.

     

    Colmo di un negro: chiamarsi Bruno!

     

    Colmo di un matematico: vivere in una frazione.

     

    Colmo del fumatore: girare tutta Firenze per trovare un toscano.

     

    Colmo del frate: fare il pollo alla diavola.

     

    Colmo del fotografo: avere un figlio poco sviluppato.

     

    Colmo del fotografo: mettere a fuoco un ghiacciaio.

     

    Colmo del fante: avere il padre fantino.

     

    Colmo del falegname: avere un figlio che non capisce una sega.

     

    Colmo del falegname: portare a teatro la moglie scollata.

     

    Colmo del fabbro: saldare una fattura con la fiamma ossidrica.

     

    Colmo del dispettoso: non te lo dico!

     

    Colmo del cuoco: mettere la cravatta all'uovo in camicia.

     

    Colmo del cuoco: fare discorsi senza sugo.

     

    Colmo del criminale: indossare abiti ricercati.

     

    Colmo del cimitero: essere chiuso per lutto.

     

    Colmo del chirurgo: difendere il proprio operato.

     

    Colmo del cantante: non avere motivi validi.

     

    Colmo del cantante: essere brasiliano ed avere la voce... argentina.

     

    Colmo del canguro: avere le borse sotto gli occhi.

     

    Colmo del calzolaio: trovare un concorrente che gli faccia le scarpe.

     

    Colmo del calciatore: fare il portiere di notte.

     

    Colmo del boia: non riuscire ad ammazzare il tempo.

     

    Colmo del barista: ritirarsi per fare il cappuccino.

     

    Colmo del barbiere: camminare radendo i muri.

     

    Colmo del bambino sporco: prendere una lavata di capo perchè ha i piedi sporchi.

     

    Colmo dei pompieri: spegnere una camera ardente con le pompe funebri.

     

    Colmo per un boscaiolo: farsi una motosega.

     

    Colmo per un genovese: usare la carta igienica da un solo lato.

     

    Colmo per un uccello: soffrire di vertigini.

      Colmo per un professore di matematica: Abitare in una frazione di Potenza, mangiare radici e ammalarsi di calcoli!
       

     

     

    Guida divertente: il vocabolario dei termini informatici

    Glossario di un'azienda informatica

    Tratto da - http://www.magnaromagna.it

     

     

    ABRACADABRA: Parola magica utilizzata nei riti propiziatori praticati da installatori di software e programmatori come ultima risorsa atta a far si che il problema in questione venga risolto. Non sempre funziona.

     
    A MANO: Attualissimo sistema di elaborazione particolarmente economico e diffuso nel nostro paese. Spesso decantato come l'unico sistema valido ed efficace per far funzionare realmente le cose in azienda.

     
    ANALISTA: Professionista spesso utilizzato a mo' di cuscinetto fra committente e programmatore, teoricamente dotato di infinita pazienza e preparazione superiore alla media.

     
    ANTIVIRUS: Programma di antidoto creato dai produttori di virus per difendersi dai loro stessi programmi virus. Vengono sempre distribuiti in coppia l'uno in conseguenza dell'altro. Solitamente dotato di scadenza mai segnalata nella documentazione, viene spesso utilizzato dai tecnici di manutenzione per intervenire all'infinito presso i clienti più rompiscatole dopo aver provveduto a rimuovere i virus in questione con versioni di virus più potenti.

     
    ALGORITMO: Suono che viene emesso dalle ventole difettose descrivibile come un fastidioso ronzio ciclico e ticchettio ritmato simile al RAP, la cui frequenza varia in funzione dei calci dati al case del computer. Accompagna spesso il lavoro delle segretarie.

     
    ARCHIVIAZIONE: Procedura di deposito di dati storici, spesso vitali, nei posti più impensati ed introvabili, delegata spesso a persone che non comprendono mai l'utilità di tale operazione. L'archivio è relegato a luoghi progettati per altri scopi e ricavato con maestria artigiana nei vani più remoti ed inaccessibili dell'ufficio (ripostiglio delle scope, sottoscala, locale caldaia, soffitto del bagno ecc.ecc.)

     
    ASSISTENZA: Termine dalle origini sconosciute che indica l'inesistente ed il vacuo. Utilizzato spesso per rassicurare i clienti da possibili dubbi circa l'affidabilità di sistemi hardware e o software. In pratica una burla operata dai venditori di hardware per prendere in giro i clienti e movimentare con sano divertimento le noiose giornate passate in negozio.

     

    BACKUP: (o copia di sicurezza) Usato spesso per confondere i clienti più inesperti e caricarli di incombenze non ventilate nel processo di vendita di un sistema informatico. Generalmente è un operazione eseguita unicamente solo dopo aver dovuto ricaricare a mano migliaia di nominativi, articoli, fatture, piani dei conti ed un infinità di pagine dattiloscritte.

     
    BAUD: Unità di misura della velocità di trasmissione di un Modem il cui valore è sempre direttamente proporzionale al costo dell'apparecchiatura.

     
    BLACK OUT: Indica l'interruzione completa delle elaborazioni di un computer. Nonostante si siano fatti moltissimi sforzi per contrastarlo con l'ideazione dei gruppi di continuità, alcuni ricercatori ne hanno esaltato l'importanza con l'avvento dei dischi rigidi o di sistemi operativi tanto diffusi quanto inaffidabili.

     
    BOOM INFORMATICO: Effetto prodotto nel collegare in Italia un apparecchiatura informatica acquistata in America senza prima aver controllato il selettore di cambio tensione da 110 a 220 Volts.


    BUG: Tradotto in italiano : baco o buco, è un errore spesso grossolano commesso dai programmatori costretti per ragioni economiche a saltare la fase di test dei programmi. Spesso utilizzato dai commerciali per vendere l'aggiornamento successivo del software incriminato ed assicurare così la continuità infinita delle vendite negli anni a venire.

     

    CAMPO MAGNETICO:    1) forza invisibile in grado di distruggere dati dai supporti archiviati in luoghi inadatti allo scopo.

                                    2) Vasta area agricola adibita a coltura alternativa che attira visitatori e turisti.

     
    CANCELLARE UN FILE: Facile operazione di eliminazione di un insieme di dati, attivata sempre in maniera accidentale e definitiva sui dati più importanti.

     
    CARTA: Teoricamente doveva venire soppiantata dall'avvento dei computer. Stranamente ha generato il successo economico dei produttori di moduli continui. Al miraggio di creare l'ufficio senza carta molti clienti si sono chiesti se era possibile pulirsi il c…lo con un dischetto.

     
    CELLA: L'unità minima di un foglio di calcolo e contemporaneamente il luogo dove si dovrebbe rinchiudere l'inventore dei moderni fogli di calcolo.

     
    CHIP: Il fratello di Ciop.

     
    CHAT: Operazione di collegamento virtuale di più persone solitamente incapaci di instaurare rapporti sociali nella vita reale. Comodo ed economico sistema per conoscere nuove persone evitando l'approccio "Posso offrirti da bere?" o "Ti porto al cinema", permette di prendere accordi preliminari precisi e dettagliati nella fase preventiva ad eventuale incontro nella vita reale.

     
    CTRL-ALT-DEL o CTRL-ALT-CANC: Sono tre tasti presenti in tutte le tastiere, dislocati in modo da non essere premuti accidentalmente in contemporanea. Premuti uno alla volta non producono alcun effetto, ma se vengono premuti contemporaneamente... porc!#^@&$&|@ç§!!!!!.


    CD-ROM: Supporto ottico rigido e senza protezione per la memorizzazione dei dati. Usato anche come catarifrangente appeso allo specchietto dell'auto o nella targa posteriore per rendere vane le rilevazioni laser autovelox degli agenti di polizia. I suoi riflessi multicolori vengono spesso utilizzati come specchietto per le allodole nelle vetrine di negozio.

     
    CONSULENTE: Termine abusato per indicare chi in realtà non fa nulla e non sa fare nulla, ma conosce a perfezione i metodi per risolvere un problema demandando però ad altri la responsabilità delle sue decisioni. Le sue prestazioni professionali non iniziano mai se non preventivamente concordato il compenso e gli onorari.

     

    DISCO: Supporto di memorizzazione dei dati leggibili unicamente in presenza di un elaboratore acceso e funzionante. L'unico vantaggio offerto dai dischi è la riduzione di spazio per la memorizzazione dei dati. Non sono noti altri vantaggi mentre, al contrario, gli svantaggi sono conosciuti anche dai bambini e per elencarli tutti sarebbe necessario un disco molto capiente.


    DISCHETTO: Come il precedente ma più carino e grazioso da vedere.

     
    DVD: Sigla indicata per differenziare un identico supporto ottico di memorizzazione con esso compatibile e utilizzato in casa per la visualizzazione di films di ogni genere. Nonostante sia assolutamente identico ai CD ROM il suo utilizzo risulta più semplice per i neofiti.

     
    DISASTER RECOVERY: Costosissima procedura di emergenza promessa agli utilizzatori di sistemi informativi complessi per far abbassare la guardia sul livello di cautela da adottare nella memorizzazione ed archiviazione dei dati (vedi backup) e nell'uso di sistemi anti incendio obbligatori in azienda.

     

    EMERGENZA: Situazione comune presso le aziende che subiscono continuamente e passivamente le visite di venditori privi di scrupoli.

     
    E-COMMERCE: Procedura di vendita per i più timidi e squattrinati che non sono in grado di attrezzare uno spazio espositivo reale, nel quale si entri in contatto diretto con gli acquirenti e si possa toccare con mano la qualità dei prodotti proposti.

     
    ECSTASY: Sostanza stupefacente, abitualmente assunta da qualche programmatore nelle fasi di sviluppo software. Si narra che la sua assunzione sia molto diffusa, visti i risultati prodotti e riscontrabili nell'utilizzo di certi programmi che stanno circolando in questo millennio. La stessa sostanza è assunta anche da qualche consulente, riconoscibile dai discorsi infarciti di termini tecnici e sigle spesso incomprensibili.

     
    EROINA: La giovane segretaria di un azienda che riesce, nonostante tutto, ad utilizzare il software prodotto dal programmatore che abusa di Ecstasy.

     
    EPROM: Memoria sede spesso di informazioni difficili da modificare o di codici definiti inviolabili dai venditori dell'apparecchiatura che li contiene (vedi telefonini).

     
    ENTER: Vedi invio.

     
    ELABORATORE O COMPUTER. Apparecchio ad invecchiamento precoce che necessita frequenti interventi di riparazione e sostituzione completa. Un capitolo di spesa sempre aperto ed una voce di bilancio spesso esagerata.

     
    ESC: (Trad. FUGA) Il tasto più utilizzato, anche ripetutamente e velocissimamente per annullare un operazione lanciata accidentalmente. Solitamente utilizzato a seguito di un operazione di formattazione.

     
    E-MAIL: Indirizzo più comodo da ricordare rispetto a quelli postali, utilizzato spesso per inviare informazioni commerciali inutili e fastidiose.

     

    FLIP FLOP. Contatore ciclico utilizzato all'interno dei computer. Indica il fallimento di un Flip.

     
    FRANCHISING: Formula spesso utilizzata per l'apertura di un negozio di informatica in zone spesso sovraffollate di esercizi commerciali simili, operata da grandi catene distributive di prodotti per l'informatica il cui principale obiettivo è quello di trovare informatici senza lavoro, non ancora pronti per il salto in proprio o privi di risorse economiche.

     
    FIDELIZZARE: Operazione tesa a rendere "fedele" il cliente e renderlo "incline" a preferire i servizi e prodotti offerti ed ignorare la concorrenza. Metodi efficaci sono le clausole vessatorie dei contratti di manutenzione, la fornitura di software personalizzato privo di sorgenti, l'adozione di sistemi operativi sconosciuti o modificati su misura.

     
    FIDELTY CARD: Tessera plastica multicolore, simile ad una carta di credito ed offerta gratuitamente, che sancisce definitivamente e certifica il monopolio del fornitore sul cliente.

     
    FORNITURA: Unicamente per alcuni un'ottima occasione di guadagno. Aumenta in modo inversamente proporzionale al grado di preparazione tecnica del cliente. Spesso svanisce in presenza di un perito super partes incaricato dal cliente.

     
    FINANZIARIA: Azienda specializzata chiamata in causa quando un cliente in possesso di Fidelty Card deve firmare la Fornitura.

     
    FORMATTAZIONE: Operazione eseguita spesso accidentalmente, causa spesso di paralisi dell'attività produttiva. Generalmente viene chiamata in causa per risolvere problematiche di difficile comprensione da parte di tecnici meno preparati.

     
    FINE: Nome di un tasto della tastiera chiamato anche END. Il più delle volte inutilmente premuto per terminare un operazione di elaborazione lanciata involontariamente (formattazione).

     
    FREEZE: (Congelamento) 1) Blocco di un fotogramma ripreso con la CAM.

                                          2) Sensazione che prova un utilizzatore quando si accorge di essere in presenza di un Black Out o di un Virus o di un Bug.

     

    GIGABYTE: Unità di misura ed indicatore per giustificare il costo dei dischi rigidi. Un miliardo di Byte. Di meno non si può.

     
    GARANZIA: Inutile clausola contrattuale spesso di difficilissima applicazione utilizzata per rendere incline il cliente a firmare la fornitura. Spesso fonte di ilarità nei clienti già scottati da Emergenze vissute in precedenza.

     

    HARDWARE: Genericamente la ferraglia atta ad eseguire programmi adeguatamente realizzati per la soluzione di mansioni complesse e ripetitive.

     
    HE HE HE... Risatina soddisfatta ed ironica del venditore alla fine della giornata di lavoro o alla conclusione di un contratto di fornitura

     

     


     INIZIALIZZARE: Riportare l'elaboratore nelle sue condizioni iniziali per la ri-esecuzione dei programmi che hanno generato il blocco o l'inconveniente del sistema.

     
    INFORMATICA: Scienza sviluppata dagli anni 80-90 per complicare l'esistenza alle aziende ormai troppo rilassate nella conduzione della loro attività. Genera dipendenza sia fisica che psicologica specialmente se assunta in seguito a consigli di consulenti e venditori privi di scrupoli. Somministrata in piccole dosi diluite nel tempo, può portare ad effetti benefici. Da assumere sempre sotto stretto controllo di un Professionista super partes.

     
    INVIO: Operazione finale che conferma un operazione preparata in precedenza. Da utilizzare con estrema cautela nel caso di formattazioni.

     
    IMMISS: Qualche sadico per qualche tempo si è divertito a serigrafare questa parola nel tasto di Invio

     
    INS: Inserimento.

     

    LIMITE: Misura del grado di capacità di un consulente. Solitamente è un valore molto basso.

     
    LOOP: Ciclo infinito dal quale è impossibile uscire se non con una inizializzazione di sistema. Viene usato anche per indicare i continui interventi di modifica ed aggiornamento per la soluzione dei bachi di programma.

     

    MERCATO: Insieme eterogeneo di persone destinatarie di messaggi pubblicitari spesso fasulli e generalmente criticabili da un punto di vista etico.

     
    MODIFICA: Operazione ciclica ed infinita da applicare nello sviluppo software per raggiungere gli obiettivi prefissati dal consulente.

     
    MONITOR O VIDEO: Lo schermo del computer atto a rendere visiva ed immediata l'inefficienza di sistemi operativi e di programmi.

     
    MOUSE: Dispositivo per muovere un indicatore sullo schermo o, per alcuni, pedale per l'accensione dell'elaboratore.

     

    NON LO SAPEVO: Comune frase pronunciata dal consulente prima dell'accusa nei confronti del cliente, per non aver detto tutta la verità e nient'altro che la verità.

     
    NASTRO MAGNETICO: Sistema di memorizzazione dei dati ancora utilizzato sino a quando non saranno esaurite le scorte di lettori e cassette nei magazzini dei rivenditori. Sistema di memorizzazione di massa generalmente archiviato nel locale caldaie o in luoghi esposti direttamente al sole o ancora in luoghi esposti a campi magnetici.

     

    OOP: Programmazione orientata agli oggetti. Per oggetti si intendono quelli dei desideri dei programmatori che, mentre sviluppano software OOP, pensano alle ferie o ai guadagni conseguenti al lavoro che stanno svolgendo.

     
    OPERATIVO: Vedi sistema operativo.

     
    ODDIO CHE È SUCCESSO?: Comune esclamazione di stupore misto a preoccupazione mal celata a fronte di un qualsiasi imprevisto o alla comparsa di un messaggio inaspettato dal programma.


    OBIETTIVO STRATEGICO: Promessa del consulente spesso futile e irraggiungibile.

     

    PALETTE: Tavolozza dei colori di una scheda video o attrezzi di lavoro da accompagnare al secchiello, adatti a certi operatori IT come unico lavoro possibile.

     
    PROTOCOLLO: Insieme di procedure atte a far sì che computer differenti possano capirsi e dialogare fra loro tramite linea telefonica. Spesso il dialogo si interrompe lasciando l'operatore all'oscuro di Tutto.

     
    PARALISI: Situazione ricorrente nelle aziende che non adottano il sistema "A mano".

     
    PAGARE: L'unica alternativa per risolvere le emergenze o per estendere la garanzia.

     
    PROGRAMMA: Un insieme di istruzioni che un calcolatore dovrebbe eseguire in presenza di hardware adeguato. Vedi anche software.

     
    POLVERE: Formazione dal colore solitamente grigio scuro che si forma spontaneamente all'interno degli elaboratori di ottima qualità. In quest'ultimi si può trovare in concentrazioni abbondanti sino a formare uno strato spesso e soffice ideale all'aumento della temperatura interna dell'apparecchiatura che a causa di ciò si guasta. Per tale ragione è opinione comune che gli elaboratori che non si guastano non esistono.

     
    PUBBLICITÀ: Forma di divulgazione di informazioni commerciali inerenti vantaggi e doti di prodotti informatici destinati alla fase di test e sperimentazione.

     

    QUANTO COSTA?: Domanda fonte di ansie e dubbi a seguito della scoperta di una necessità dimostrata dal venditore.

     

    RIPROVA: Operazione alternativa all'Annulla o Tralascia (inutile, tanto non va)

     
    RETE: Nel credo comune recinzione metallica atta a delimitare ed a volte proteggere la proprietà privata. In informatica Collegamento atto ad invadere facilmente le aree private altrui.

     

    SOFTWARE: Programma. Insieme di istruzioni assemblate alla bell'e meglio per produrre dei risultati richiesti in modo impreciso ed aleatorio dal committente.

     
    SLEEP: (Trad. Dormire) 1) Stato di riposo nel quale gli elaboratori si mettono automaticamente dopo un tempo stabilito per ridurre i consumi energetici. Non sempre accade che da questo stato l'elaboratore si svegli.

    2) Stato di catalessi nel quale certi professionisti si mettono dopo ore passate a programmare in orari solitamente notturni.

     
    SISTEMA OPERATIVO: Programma necessario per mettersi in regola con la licenza d'uso.

     
    STAMP: Tasto che nei PC dotati di Dos serviva a stampare il contenuto dello schermo visualizzato. Da segnalare le situazioni di panico generato dall'avvento di sistemi operativi grafici in quanto la pressione di questo tasto non produce lo stesso effetto.

     

    TOWER: (Trad. in italiano Torre) Indica le dimensioni del Contenitore del computer e viene utilizzato per dare volume ed importanza alla fornitura. Lo spazio e le dimensioni interne generose, raramente vengono esaurite creando al suo interno una desolante sensazione di vuoto.


    TASTIERA: Dispositivo atto a raccogliere dalla scrivania degli uffici briciole di panini, cenere di sigaretta, capelli e forfora, liquidi vari (generalmente caffè), polvere e grasso.

     
    TASTO: l'unità elementare della tastiera. Preoccupante la tendenza a bloccarsi nella posizione sbagliata generando una sequenza interminabile di caratteri a video indesiderati. Se si tratta dello zero, non viene quasi mai riparato se la tastiera incriminata appartiene al terminale dedicato all'emissione delle fatture.

     
    TAPPETINO: Accessorio indispensabile per il funzionamento del Mouse, di modesto valore commerciale, spesso offerto in omaggio con la fornitura. Foglio di materiale plastico-gommoso, semirigido spesso ricoperto di un materiale scivoloso e serigrafato che lo rende inutile per lo scopo originario, ma utilissimo veicolo pubblicitario.

     
    TRUCCO DI PROGRAMMAZIONE: Segreto gelosamente custodito dai programmatori in erba. Spesso rappresenta l'acqua calda della programmazione.

     

    UN AMICO: Appellativo conferito dal cliente a Professionista esperto e preparato, spesso pagato pochissimo, in grado di risolvere problematiche apparentemente complesse alle quali nessuno ha mai dato ascolto per ragioni di scarsa appetibilità economica.

     
    URL: Modo per pronunciare l'esclamazione spontanea emessa ad alta voce alla lettura della bolletta telefonica della linea dedicata ai collegamenti ad Internet.

     

    VIRUS: Programma generato precedentemente agli Antivirus per incrementare gli interventi di assistenza tecnica e per redarguire i clienti che praticano l'informatica senza protezioni adeguate.

     
    VERSIONE: Numero che identifica un particolare programma o un componente di esso. Necessario all'assistenza tecnica per comprendere che nel 99% dei casi è quello sbagliato.

     
    VISUALIZZA: Testo che compare spesso nei bottoni di un programma. Non indica quasi mai cosa dovrebbe visualizzare ma la credenza popolare è ormai convinta che la sua pressione non comporta, salvo rari casi, conseguenze dannose.

     
    VENDITORE: Figura professionale abilissima nel proporre prodotti informatici tanto costosi quanto inutili per il trattamento delle informazioni.

     

    WEB: (Trad. Ragnatela) Formazione mucosa e filiforme di aracnide che si forma solitamente all'interno degli elaboratori o nei locali addetti all'Archiviazione. Discreta conduttrice di elettricità ed ottimo sistema per attirare il pulviscolo atmosferico.

     

    X-FILES: Termine utilizzato per indicare i files di vitale importanza per la sopravvivenza dell'azienda misteriosamente scomparsi a seguito di un operazione di formattazione accidentale.

     

    Y2K O MILLENIUM BUG: Spauracchio utilizzato dai venditori per giustificare l'operazione di sostituzione totale di un sistema informativo con uno più efficiente, nuovo ed aggiornato.

     

    Vocabolario termini informatici-umoristici:  Tratto da - http://www.magnaromagna.it

     

     

    Un pò di  verità, varietà, detti  ecc..

     

     

     

    FRASI  CELEBRI

     

     

    La cosa più deliziosa non è non aver nulla da fare: è aver qualcosa da fare, e non farla

    Marcel Achard

     

    Alle donne piacciono gli uomini taciturni. Credono che ascoltino.

     

    Una volta credetti di essere innamorato: mi fischiavano le orecchie, il cuore mi batteva, ero tutto rosso… Avevo la varicella...

     

    Domattina alle sei verrò giustiziato per un crimine che non ho commesso. Dovevo essere giustiziato alle cinque ma ho un avvocato in gamba

     

    È molto, molto difficile mettere d'accordo cuore e cervello… Pensa che, nel mio caso, non si rivolgono nemmeno la parola.

     

    Non è che ho paura di morire. È che non vorrei essere lì quando questo succede

     

    Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.

     

    Quando fui rapito i miei genitori si diedero subito da fare. Affittarono la mia stanza.

    Woody Allen

     

    Mi hanno vaccinato contro la polio e gli orecchioni. Mi hanno vaccinato contro la varicella, la tosse canina e il morbillo. Poi sono caduto dalle scale

     

    Odio la scuola. Mi fa impazzire. Appena imparo una cosa, vanno avanti con qualcos'altro

    Sally Brown

     

    Scienziato. Non era capace di far male a una mosca ma inventò il DDT.

    Guido Clericetti

    Il mio cane è talmente pigro! Non corre dietro alle macchine come gli altri cani. Se ne rimane sul marciapiede e prende i numeri di targa.

    Rodney Dangerfield

     

    Un mio amico ha un ottimo cane da guardia. A ogni rumore sospetto, lui sveglia il cane e il cane comincia ad abbaiare.

     

    Il pollo è l'unico animale che si può mangiare prima che nasca e dopo che è morto

    Leopold Fechtner

     

    Il mio cane non so se è maschio o femmina perché quando va a far la pipì si chiude in bagno.

     

    Avevo un sogno nel cassetto. Mi hanno fregato la scrivania.

     

    Il mio cane è così intelligente che mi porta il giornale con le notizie più importanti sottolineate.

    Fichi d'India

     

    Credeva di essere una brava cuoca. Poi un giorno vide il suo cane che mangiava da McDonald's

     

    Ogni mattina mi sveglio e spulcio la lista Forbes degli uomini più ricchi del mondo. Non ci sono, così vado a lavorare.

    Robert Orben

     

     

     

     

     

     

    Verità!!  o  Barzellette!!!

     

    TASSE: Il fisco ha introdotto un nuovo, semplicissimo modello per la dichiarazione dei redditi con solamente due voci: A) Quanto guadagni? B) Versali all'Erario con Mod. F 24.

    PROFESSORE - Chi sa cos’è l’H2SO4?
    STUDENTE -  Io lo so è...è   ce l’ho sulla punta della lingua...
    PROFESSORE -  E allora, ......., sputalo che è acido solforico!

    La banca ha fiducia in te, dicono gli slogan. Ma poi ti chiedono i documenti per accettare i tuoi soldi e ti prestano una biro legata a una catenella

    Davanti alla porta dell’indovino -- << Toc, toc ...>> << Chi è?>> << Ah, Cominciamo bene...

    Volete fare impazzire qualcuno ?
    Mandategli un telegramma con su scritto: “Ignora il primo telegramma“

    Cliente:  Quanto costa il taxi?
    Tassista:  Be, dipende dal tempo...
    Cliente: Supponiamo che piova...

    Perché quando ai carabinieri si ferma la macchina sparano al motore?
    Per non far soffrire i cavalli!

    La statistica è quella scienza che dice che se hai la testa nel congelatore e i piedi nel forno, mediamente stai bene.

    Nouvelle cuisine, tradotto, significa più o meno:
    << Non posso credere di aver speso 96 Euro e di avere ancora fame >>

    L’unica cosa che arresta la caduta dei capelli è il pavimento.

    Alla fermata dell’Autobus. Scusi Maresciallo, passa qui il 18? No, il 18 sono di servizio a Caltanissetta...

    Leggere arricchisce, talvolta lo spirito, più spesso l’editore.

    Al giorno d’oggi i lavoratori non hanno tempo di fare niente.
    Invece, gli scansafatiche hanno tutto il tempo del mondo.
    Il tempo è denaro.
    Quindi, gli scansafatiche hanno più denaro dei lavoratori. CONCLUSIONE: Per essere ricco non devi lavorare!!!

    Se pensi che a nessuno importi di te, prova a non pagare due rate del mutuo

    Ci sono due modi per discutere con una donna. Nessuno dei due funziona.

    L’importante non è vincere. L’importante è competere, senza perdere né pareggiare
    La vera felicità sta nelle piccole cose: una piccola villa, un piccolo yacht, un piccola fortuna

    Se la montagna viene da te... ma non sei Maometto... corri, è una frana!

    Mai discutere con un idiota: ti trascinerà al suo livello e quindi ti batterà con l'esperienza.

    Per il troppo lavoro non si muore ... ma meglio non rischiare

    Il problema di essere puntuali è che quando si arriva sul posto... non c'è mai nessuno che possa apprezzarlo.

    Per ottenere un prestito, è necessario innanzitutto dimostrare che non è necessario.

    Certo che dovete lavorare otto ore e dormire otto ore, ma non contemporaneamente!

    La vita è fatta di scale, c'è chi scende e c'è chi sale. I più furbi usano l' ascensore!!!

    Non andate ai funerali degli altri, tanto loro non verranno sicuramente al vostro

    Sai di essere vecchio quando le candeline costano più della torta

    Una banca è un posto dove ti prestano un ombrello nel bel tempo e te lo chiedono indietro quando comincia a piovere.

    Cerco di perdere peso...ma è lui che continua a trovarmi!

    È meglio tenere la bocca chiusa e dare l'impressione di essere stupidi piuttosto che aprirla e togliere ogni dubbio
    Nella vita ci sono solo due cose sicure: le tasse e la morte
     
     
     
     
     

     

     

     

    Qualche  detto  e  qualche  barzelletta

     

    Can che abbaia non dorme e fa casino
    Chi fa da sè fa più fatica
    Chi dorme non piglia sonniferi
    Gallina vecchia prima o poi muore
    Chi va con lo zoppo va piano piano e arriva tardi
    Chi segue gli altri non arriva mai primo.
    Anche un orologio fermo segna l'ora giusta due volte al giorno.
    (Hermann Hesse)
    La vita è come l'autobus... quando trovi finalmente posto a sedere sei arrivato al capolinea.
    Piove sul giusto e piove anche sull'ingiusto.
    Ma sul giusto piove di più perchè l'ingiusto gli ruba l'ombrello.
    (Lord Bowen)
    Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.
    (Albert Einstein)
    Per dire che uno è tuo amico ci devi aver mangiato 50kg di sale insieme... ed il sale si mangia a pizzichi ...
    (Un Detto)
    Se un uomo ha fame non dargli un pesce, ma insegnagli a pescare.
    (Proverbio Cinese)
    Una delle cose più nobili che io possa fare è piantare un albero che farà ombra a persone che non conoscerò mai.
    Non penso mai al futuro, arriva così presto!
    (Albert Einstein)
    Se tu hai una moneta ed io ho una moneta e decidiamo di scambiarcele, dopo ognuno di noi avrà una moneta.
    Se tu hai un'idea ed io ho un'idea e decidiamo di scambiarcele, dopo ognuno di noi avrà due idee.
    La vita è quello che ti capita mentre stai facendo altri progetti.
    (John Lennon)
    L'ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili.
    Il pessimista sa che è vero.
    (Oscar Wilde)
    Chi va piano arriva dopo
    Ride bene chi ha i denti
    Chi va piano va sano e viene tamponato poco lontano (Marcello Marchesi).
    Chi lascia la strada vecchia per la nuova arriva prima perchè è asfaltata
    Se son rose sfioriranno se son cachi ………
    Il danaro non è tutto, ci sono anche i diamanti (Paperon de' Paperoni)
    La vita ti porta brutte notizie? Allora cambia postino!
    Quand’ero piccolo i miei genitori hanno cambiato casa una decina di volte. Ma io sono sempre riuscito a trovarli
    L'altro giorno si è svegliato col mal di testa. Mi è dispiaciuto per lui. Vorrei aiutarlo, ma non posso. Gliel'ho detto un sacco di volte: quando salti giù dal letto, i piedi per primi!
     
     

     

     

     

     

     

     

    Perchè la  f i a t   è in crisi ?

     

     

    Come si fa a raddoppiare il valore di una FIAT?
    - Basta fare il pieno di benzina!
    Come si fa a procurarsi i pezzi di ricambio per una FIAT?
    - Basta vederne un'altra e seguirla...
    Si può mettere della benzina senza piombo nella FIAT?
    - Meglio di no, altrimenti basta un po' di vento e decolla!
    Che cosa c'è scritto nell'ultima pagina del libretto di istruzioni di una FIAT?
    - L'orario degli autobus.
    Dove si trova la ruota di scorta di una FIAT?
    - Non c'è, in caso di bisogno si usa il volante!
    Come si riconosce una FIAT Sport?
    - Dalla tuta da ginnastica del conduttore.
    A cosa serve lo sbrinatore sul lunotto posteriore di una FIAT?
    - A non aver freddo alle mani quando si spinge...
    Cos'è una FIAT sulle Alpi?
    - Un miracolo!
    Quante persone ci vogliono per fabbricare una FIAT?
    - Due: una piega l'altra incolla.
    Perché due conducenti di FIAT non si salutano quando si incontrano?
    - Perché si sono già visti la mattina dal meccanico...
    Cos'è una FIAT GTI?
    - Una FIAT con Garantiti Tappetini Inclusi!
     
     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Webmaster - Luciano Cazzulo - 25/12/2005 - Aggiornamento 10/01/2016