• Torna ^ Su



  •  

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    .........................

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     


     

    IL  GATTO

     

     

                  

     

     

    ETA' DEI GATTI

     

    Gatto

    Uomo

    1 mese

    5-6 Mesi

    3 mesi

    3-4 Anni

    6 mesi

    10 Anni

    9 mesi

    14 Anni

    1 Anno

    18 Anni

    2 Anni

    24 Anni

    3 Anni

    28 Anni

    4 Anni

    32 Anni

    6 Anni

    40 Anni

    7 Anni

    45 Anni

    8 Anni

    48 Anni

    10 Anni

    56 Anni

    12 Anni

    65 Anni

    14 Anni

    72 Anni

    16 Anni

    80 Anni

    18 Anni

    88 Anni

    20 e +

    95 anni e +

     

     

     

     

    CURIOSITA’:

     

    I gatti e l’acqua

    La maggior parte dei gatti ha una gran cura del proprio mantello. Non è dunque indispensabile lavarli. Si può comunque lavare un gatto particolarmente sporco. Fate attenzione alla sua reazione se non è abituato. In ogni caso utilizzate soltanto uno shampoo specifico per gatti e non ripetete l’operazione più di una volta alla settimana.

     

    Perché i gatti hanno lunghi baffi?


    Ai gatti i baffi servono per raccogliere informazioni sull’ambiente.
    I baffi o, più esattamente, le vibrisse, crescono sul labbro superiore, sul mento e sulle guance. Alla base di ciascun pelo si trova una terminazione nervosa che, quando il baffo viene sfiorato, invia un segnale al cervello. Tali segnali rendono il gatto consapevole di quanto gli sta accadendo attorno. Per esempio, gli dicono se è troppo grosso per passare attraverso una fessura stretta. 
    Durante la notte, ciò aiuta il gatto a percepire ostacoli altrimenti difficili da vedere.
                                  (Da "I perché della terra" - Touring Club Italiano)

     

    Perché gli occhi dei gatti brillano al buio?


    Gli occhi a volte sembrano dei fari accesi nella notte: la loro “luce” è prodotta, in realtà, dal riflesso della luce puntata sull’animale.
    I gatti possiedono negli occhi il “tapetum”, uno strato di cellule che agiscono come un piccolo specchio riflettente.
                                   (Da "I perché della terra" - Touring Club Italiano)

     

    Perché si dice andare d’accordo come cani e gatto?


    I gatti ed i cani non comunicano nello stesso modo. L’atteggiamento dell’uno può sorprendere l’altro e provocare una reazione aggressiva. Tuttavia, quando crescono insieme, cani e gatti possono andare perfettamente d’accordo e capire che convivere non è rischioso.

     

    Perché il gatto fa le fusa?

     
    I gatti incominciano a fare le fusa da neonati, durante l’allattamento.
    I piccoli segnalano così alla madre che va tutto bene e che il latte sta giungendo a destinazione.
    Mamma gatta, che può starsene comodamente sdraiata e rilassata, risponde a sua volta ai gattini facendo le fusa, rassicurandoli della sua buona disposizione. Più tardi, fanno le fusa solo quando li si accarezza, gli si da un cibo che gli piace, oppure in presenza di una persona che apprezza per dimostrandogli gratitudine, amicizia e dichiarare il proprio bisogno d’affetto. Si pensa che sia un segno di contentezza… sarà forse anche un segno di sottomissione?
    Lo sapevi che il fenomeno delle fusa tra gatti adulti deriva probabilmente dal primo rapporto di mamma gatta con i suoi cuccioli.

    Le fusa sono emissioni sonore sia lievissime sia a livelli di intensità molto alti (200 Hertz ovvero cicli/secondo) a intervalli regolari di 30-50 millisecondi, con una breve pausa tra fuse inspiratorie e quelle espiratorie. Le contrazioni dei muscoli che generano queste vibrazioni sonore sono di una rapidità estrema, mai riscontrata prima nei mammiferi. Le fusa vengono emesse dalla laringe e dal diaframma; infatti, se provate ad accarezzare il vostro gatto, sentirete vibrare la zona del collo e quella anteriore dell'addome. Queste due sorgenti si alternano continuamente con ripercussioni positive su tutto l'organismo dell' animale: contribuiscono alla circolazione dell'aria nell'apparato respiratorio e a migliorare la circolazione del sangue in tutto il corpo, raddoppiando il volume dell'aria respirata e del sangue pompato dal cuore.
    II complesso apparato che produce le fusa necessita di essere ben regolato dal sistema nervoso centrale e per questo Madre Natura ha provvisto il cervello del gatto di un centro delle fusa in grado di controllare tutto questo complesso meccanismo.

     

    Perche' i gatti cadono in piedi ?

     

    Un gatto, come tutti sanno, può precipitare anche da un'altezza notevole senza subire danni grazie alla sua capacità di cadere "in piedi".

    Quando il gatto cade i suoi occhi e un organo particolare situato all'interno dell'orecchio, e cioè l'apparato vestibolare, informano rapidamente il cervello sulla posizione della testa rispetto al suolo. Immediatamente il cervello reagisce permettendo ai muscoli del collo di girare la testa nella direzione della caduta; in un secondo momento anche il resto del corpo segue l'andamento della testa e assume così una posizione adeguata prima dell'atterraggio, che può in questo modo avvenire sulle quattro zampe.

    La capacità di cadere sempre in piedi può avvenire solo grazie all'azione combinata di occhi e apparato vestibolare: un gattino appena nato, con l'apparato vestibolare completamente sviluppato ma con una capacità visiva ancora ridotta, non è in grado di atterrare sulle quattro zampe.

     

     

    Quanto dormono ?

     

    In effetti dormire per un gatto è una delle attività preferite. Dorme in media 16 ore al giorno, che sono la somma di tanti brevi periodi di pochi minuti per volta.

    Questo vuol dire che un gatto di nove anni è rimasto sveglio solo per tre, mentre i restanti sei li ha trascorsi piacevolmente appisolato in posti comodi, morbidi, possibilmente caldi, magari vicino a una stufa o a un termosifone.

     

       

    I gatti neri

     

    Ad eccezione del nord dell’Inghilterra, dove era considerato fortunato il possessore di un gatto nero, ma sfortunato chi ne incrociava uno senza padrone, i gatti neri furono da sempre identificati con il satanico e per questa ragione perseguitati. Ma vi furono alcune civiltà che li adoravano, ad esempio gli Egizi.

     
    Il gatto è  stato associato in particolare alle streghe, delle quali ne è il fedele compagno di malefatte.  Questa idea può derivare dal fatto che il gatto, seppure sia diventato domestico da milioni di anni, ha tuttavia conservato istinti  e atteggiamenti misteriosi.

     
    Il cacciare prevalentemente di notte, il non ubbidire come il solerte cane agli ordini dell’uomo, l’avere, un carattere totalmente libero, hanno fatto del gatto un mistero. E’ stato legato così al notturno, al magico e alla luna, quindi alla donna. Le sue pupille, simili a globi luminosi, fecero sorgere la credenza in passato, che potesse prevedere il futuro.

     

     I gatti e la metereologia

     

    se il gatto fa le capriole, ci sarà molto vento,

    se si strofina spesso le orecchie, piove,

    se si sdraia accanto al focolare, sarà bufera.

    se si gratta contro un tavolo cambierà il tempo e se dopo si lecca la coda sarà pioggia in arrivo, lo stesso se si distende con la testa sul pavimento.

    se sbadiglia un’importante opportunità sta per arrivarvi.

    se si vede un gatto che corre via vuole dire che un vostro segreto sarà presto rivelato.

    se starnutisce tanta fortuna in amore sta per arrivare alla vostra porta, ma se starnutisce tre volte nella vostra casa si avrà la febbre.

    se miagola presagisce qualcosa di negativo, specialmente se in viaggio.

     

    Il corpo del gatto

     

    Nel corpo del gatto lavorano 240 ossa e 500 muscoli.

    La grande flessibilità dei gatti è dovuta al fatto che le ossa della schiena sono collegate tra loro anche da muscoli, non solo da legamenti.

    La colonna vertebrale del gatto è una delle parti più interessanti della sua anatomia: è un ingegnoso meccanismo che può piegarsi e girarsi in ogni direzione con la stessa mobilità di un serpente.

    Quando un gatto dorme profondamente il suo ritmo respiratorio è molto rallentato; durante un normale pisolino, invece, respira esattamente come da sveglio.

    I gatti camminano sulle punte delle dita: questo permette loro di correre molto veloci perché minore è la superficie in contatto con il terreno, minore è l’attrito.

    Possono battere i cani in velocità, ma non possono sostenere lo sforzo della corsa su lunghe distanze a causa della ridotta capacità di cuore e polmoni, dovuta alle piccole dimensioni della cassa toracica.

    Gatti, cammelli e giraffe si muovono allo stesso modo: prima la zampa anteriore e posteriore dello stesso lato, poi la zampa anteriore e posteriore del lato opposto. Sono praticamente gli unici animali a quattro zampe che camminano così, ma il gatto è l’unico a farlo con un certo stile!

    La coda fornisce al gatto l’equilibrio necessario affinché possa sempre atterrare sulle zampe.

    Una delle poche somiglianze tra gli occhi dei gatti e gli occhi degli umani è che entrambi, avendo gli occhi disposti al centro della testa, possono godere di una visione binoculare.

    Recentemente si è scoperto che i gatti non vedono solo in bianco e nero, come si credeva: nelle loro retine, infatti, esistono cellule sensibili al verde e al blu e non si esclude la presenza di una cellula sensibile al rosso.

    Sono in grado, inoltre, di riconoscere molto bene la forma degli oggetti, distinguendo un triangolo da un cerchio o da un quadrato, o una sagoma piatta da una tridimensionale.

     

     

    Il gatto più vecchio

     

    era inglese e ha vissuto ben 35 anni.

     

    I gatti hanno 200 milioni di recettori dell’olfatto, gli umani appena cinque milioni.

     

    Tutti i farmaci ad uso umano possono risultare tossici per i gatti. Non bisogna mai somministrarli senza il parere del veterinario.

     

    Il farmaco più pericoloso per i gatti è il paracetamolo.

     

    La temperatura normale per un gatto va dai 38 ai 38,5 °C . Per noi umani una simile temperatura corrisponderebbe alla febbre, di norma abbiamo infatti una temperatura intorno ai 36, 5 °C.

     

    La frequenza cardiaca del gatto è di 150-210 battiti al minuto. Noi umani, in condizioni normali, abbiamo una media di 60-80 battiti al minuto.

     

    Il gatto è l’unica specie che riesce a camminare con la coda dritta in verticale.

     

    Un gatto è capace di emettere oltre 100 diversi suoni vocali, il cane soltanto una decina

     

    Salta 2 metri e mezzo , cioè 5 volte la sua altezza

     

    Velocità media 40 Km/h l'uomo 36,51 Km/h

     

    Sui 100 metri il gatto impiega 9" netti

     

    Distingue gli oggetti con un sesto della luce necessaria all'uomo

     

    Il suo campo visivo è di 287° e l'uomo 210°

     

    La visione del gatto nel buio è almeno sei volte superiore a quella dell'uomo.

     

    E' stato dimostrato che i gatti sono in grado di distinguere fra rosso e blu, rosso e verde, verde e blu, blu e grigio, giallo e blu, giallo e grigio.

     

    Paesi con il maggior numero di gatti e cani?

     

    USA: 76 milioni di mici circa e 61 milioni di cani

    Cina: 53 milioni di mici e 23 milioni di cani

    Brasile: 12 milioni di mici e 30 milioni di cani

    Italia: 7 milioni di mici e 6 milioni di cani

     

     

     

     

    BATTUTE UMORISTICHE:

     

    Ai gatti riesce senza fatica ciò che resta negato all’uomo: attraversare la vita senza fare rumore. (Ernest Hemingway)

    "I tuoi gattini sono maschi o femmine?". "Maschi. Non vedi che hanno i baffi?" (Jean Charles)

    Ho visto gatti stare sempre in casa d’inverno perchè fuori c’era un freddo cane

    Un gatto ti permette di dormire sul letto. Sull’orlo. (Jenny De Vries)

    Fu chiaro fin dall’inizio che ogni qualvolta c’era un lavoro da fare, il gatto si rendeva irreperibile. (George Orwell)

    Sulle prime al mio gatto non piacevano le scatolette. Poi ho cominciato ad aprirgliele. Ora ne è ghiotto. (Roberto Guidarini)

    I gatti sono più furbi dei cani. Non c’è verso di convincere otto gatti a trainare una slitta sulla neve. (Jeff Vald)

    Il gatto di Cartier va a caccia di topazi.

    Cosa fa un gatto davanti all’edicola? Aspetta Topolino!

    Ai gatti neri porta sfortuna essere attraversati da un’auto? (Paolo Cananzi)

     

               

      gatto certosino                      gatto chinchilla            gatto cuccioli toyger

     

                  

    gatto cymric                        gatto europeo            gatto exotic                  gatto highlandfold

     

                  

    gatto himalayano    gatto kurilianbobtail          gatto selkirkrexlonhair                  gatto tigrato

     

        

    gatto tigrato                      gatto tigrato

     

    Alcune opere Artistiche:

             

    annamaria di giorgi - gatto                                                    Bordicchia - Gatto

         

    Botero - donna con gatto                      Botero - gatto 

         

    emile munier - il miglior amico               jacek lozinski - gatto

         

    matisse - il gatto                                Nora - gatto sull'erba

       

    Renoir - bambina con gatto               Renoir - donna con gatto

         

    robert papp - i gatti                                           roberta caronni - gatto sul divano

                  

    silvana pes - bambina con gatto                        Van Gogh - gatto

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Webmaster - Luciano Cazzulo - 25/12/2005 - Aggiornamento 10/01/2016