• Torna ^ Su



  •  

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    .........................

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     


    IL  CANE

     

     

     

     

                    

     

    Età:

    Far corrispondere un anno dell'uomo a 7 anni dei cani è semplicemente una comodità ottenuta con una media approssimativa.
    In realtà esiste una tabella più dettagliata creata sempre con calcolo di medie.

     

    UOMO

    CANE

    14 Mesi

    2 Mesi

    Infanzia

    5 Anni

    6 Mesi

    9 Anni

    8 Mesi

    14 Anni

    12 Mesi

    20 Anni

    18 Mesi

    30 Anni

    2 Anni

    Maturità

    36 Anni

    4 Anni

    40 Anni

    5 Anni

    49 Anni

    7 Anni

    63 Anni

    9 Anni

    Terza Età

    71 Anni

    11 Anni

    80 Anni

    13 Anni

    Vecchiaia

    87 Anni

    15 Anni

    89 Anni

    16 Anni

    90 e +

    Buona Fortuna!

     

    Dalla tabella si può fare una considerazione; mentre vi è molta differenza tra uomo e cane nei primi anni di vita, con l'invecchiamento gli anni del cane si avvicinano sempre più a quelli dell'uomo.
    Per valutare con approssimazione l'età del cane bisogna osservare attentamente alcune caratteristiche:
    • Fino a 2 settimane = gli occhi e le orecchie sono ancora chiusi
    • 6 settimane = dentatura di latte anteriore completa
    • 2/3 mesi = i denti di latte cominciano a cadere e gli occhi assumono il colore definitivo
    • 3/5 mesi = avviene la sostituzione dei denti incisivi
    • 5/6 mesi = anche i canini vengono sostituiti
    • 7 mesi = dentatura completa
    • 9/12 mesi = nel maschio gli organi genitali esterni raggiungono la taglia definitiva
    • 2 anni = iniziano a consumarsi gli incisivi inferiori
    • 3 anni = comincia a notarsi il deposito di tartaro sui denti
    • 7/8 anni = può comparire un piccolo orlo periferico chiaro intorno all'occhio (inizio dell'anzianità)
    • 10 anni = il tartaro può assumere l'aspetto di voluminose masse marrone che ricoprono l'intero dente
    • 12 anni = comincia a perdere i denti
     
    Per crescere e mantenersi sano e attivo, il cane ha bisogno di un'alimentazione che contenga giuste proporzioni degli elementi nutritivi.

     

    Il cane ha bisogno di:

     

    proteine, che sono la materia prima del suo organismo. In un pasto giornaliero è sufficiente che la percentuale di proteine d'origine animale somministrata si aggiri intorno al 20%; è da considerare che in particolari condizioni - femmine in gravidanza o allattamento, cuccioli - il fabbisogno proteico cresce, mentre in altre - è il caso dei cani anziani - diminuisce.
    zuccheri, ma non tutti li assimila con facilità. Nessun problema per glucosio e saccarosio, ma il cane ha difficoltà a digerire il lattosio. L'apporto di zuccheri è importante sia come fonte d'energia rapidamente disponibile sia come regolatore dell'attività della flora batterica.
    grassi, ma nella giusta misura. Nella sua dieta i grassi non devono superare il 10%; gli eccessi non portano solo all'obesità, ma anche ad un animale maggiormente predisposto alla malattia ed alla vecchiaia precoce.
    vitamine, soprattutto da cucciolo e in gravidanza e allattamento. Il cane non riesce a sintetizzare tutte le vitamine, quindi alcune le deve assumere; specifiche carenze vitaminiche possono portare a malattie
    minerali, che sono presenti in diversa quantità in tutti gli alimenti. E' necessario somministrare con la dieta le giuste quantità, soprattutto nei cuccioli e nelle femmine in gravidanza.
     
    Cinque cose da non dimenticare

    Il cane è abitudinario
    L’ideale per il cane è mangiare sempre alla stessa ora e nello stesso posto, preferibilmente un luogo tranquillo. Anche le variazioni improvvise di dieta sono da evitare, se non ci sono specifiche motivazioni legate al cambiamento del tipo di vita o all’insorgere di malattie.
    No agli spuntini fuori pasto
    I bocconi fuori dalle consuete ore del pasto creano nel cane delle cattive abitudini, spingendolo ad assumere più cibo di quello realmente necessario; in questo modo si predispone l’animale al rischio obesità.
    Attenzione agli ossi
    Bisogna evitare di dare al cane ossa lunghe, che si possono scheggiare e possono provocare ferite alla bocca e all’esofago. Un osso grande, che non si possa rompere, (come l’osso del ginocchio) è invece un buon passatempo per il cane e rinforza e pulisce la dentatura.
    Niente dolci
    Anche se i cani sono golosi, non è salutare la somministrazione di caramelle, dolci e gelati; il rischio a cui si va incontro è principalmente quello delle carie.
    Indispensabile acqua
    Il cane soffre di più per una prolungata mancanza d’acqua che per un digiuno; accanto alla ciotola del pasto ne va sempre messa una per l’acqua. Per soddisfare il bisogno del cane, che varia in rapporto alle condizioni ambientali ed al tipo di alimenti somministrati, l’acqua deve essere limpida ed a temperatura ambiente.
     
    La dieta del cane
     
    Il pasto: fatto in casa
    Cucinare per il cane è abbastanza impegnativo, perché bisogna essere in grado di dosare nelle giuste proporzioni gli elementi di cui l’animale ha bisogno; per fare ciò è necessario conoscere le caratteristiche dei singoli alimenti. Riguardo le quantità l’indicazione generale è di 30 g di cibo al giorno per ogni kg di peso del cane, suddivisi equamente tra carne, riso e verdure; è consigliabile cuocere gli alimenti crudi per eliminare il rischio di malattie. Lo sforzo e l’impegno messo nella preparazione della "pappa" è però ripagato al momento della consegna: il gesto avvicina cane e padrone e la gratitudine dell’animale rafforza il legame esistente.

    Principalmente un pasto preparato in casa dovrà contenere proteine sotto forma di carne (bianca o rossa), carboidrati di origine vegetale sotto forma di verdure, cereali, pane secco, pasta o riso. 

    Carne: la carne è davvero la base dell’alimentazione del cane ma, pur essendo molto nutriente, deve essere integrata ad altri alimenti. Quella di bue è eccellente per il suo alto contenuto di ferro e di varie sostanze minerali. La carne troppo magra è da evitare; i pezzi misti sono sicuramente la scelta migliore.
    Non è invece consigliabile la carne di maiale, sia cruda che cotta. Qualsiasi tipo di carne deve essere bollita in acqua per almeno due minuti prima di essere servita; ai cani giovani è preferibile darla tritata, a quelli adulti a pezzi.

    Le proteine della carne potranno essere sostituite una o due volte la settimana da quelle del pesce, delle uova o del formaggio (possibilmente magro).


    Pesce: è un buon alimento dato che contiene moltissime proteine. Non deve mai essere servito crudo e deve essere completamente pulito dalle spine. Il pesce è raccomandato soprattutto nell’alimentazione dei cuccioli ed in quella dei cani adulti durante il periodo estivo.
    Ossa: di tanto in tanto devono essere date al cane soprattutto se cucciolo, per favorire la dentizione e la pulizia dei denti. Sono da preferire le ossa di bue (in particolare quelle di ginocchia) oppure quelle di vitello.
    Latte e derivati: il latte contiene moltissimo calcio e quindi per i cuccioli è un alimento indispensabile. La sua digeribilità tuttavia risulta difficile per la maggior parte dei cani che, dopo le prime settimane di vita, perdono il lattosio intestinale. Un cane può mangiare formaggio solo se questo è magro ed altrettanto ben visti sono gli yogurt, che regolarizzano il tratto intestinale.
    Uova: quelle di gallina sono molto indicate sia crude che cotte; in quest’ultimo caso però è meglio togliere l’albume. Il tuorlo può essere invece servito una o due volte la settimana.
    Cereali: rappresentano una delle migliori componenti della razione quotidiana del cane. Essi contengono infatti moltissime proteine, vitamine, grassi e minerali. Se si servono sotto forma di riso o pasta, bisogna farli cuocere molto. I fiocchi di mais, avena e segale sono facilmente digeribili ed apportano molte calorie.
    Da non dimenticare inoltre una giusta dose di grassi d'origine vegetale, che si trovano nell'olio d'oliva e di semi e che il cane non è in grado di sintetizzare da solo.

    Frutta e verdura: le verdure sono una fonte naturale di vitamine; in particolare le carote sono eccellenti per il cane, meglio se cotte perché attraverso un processo di cottura la verdura diventa più digeribile; con l’ebollizione però si perdono gran parte delle vitamine in esse contenute perché termolabili e a questo proposito, è importante conservare la loro acqua di cottura in cui verranno cotti riso o pasta, mantenendo così la quota minerale. Nelle verdure l’apporto di zuccheri è scarso, quello di grassi è pari a zero e devono rappresentare il 10-15% della dieta totale. Tra le verdure sono da evitare in grosse quantità quelle ricche in acido ossalico (spinaci, bietole, cicorie, lattughe) che in parte fissano il calcio a livello intestinale rendendolo difficile per l'assorbimento e predispongono l'apparato urinario alla comparsa di calcoli.
    Sì a tutta la frutta di stagione se gradita dall’animale.

    Ovviamente sono assolutamente vietati gli avanzi della nostra tavola, in particolar modo per ciò che riguarda cibi speziati e piccanti.
    Anche i dolci sono banditi dalla dieta del cane: soprattutto la cioccolata, pericolosissima, pensate che 3-4 etti possono addirittura uccidere un cucciolo.

    Dobbiamo sempre ricordare che il cane non è un bambino ed anche se si comporta come tale, implorandoci con occhi languidi mentre stiamo a tavola, bisogna tener presente che il suo apparato digerente è diverso da quello dell’uomo e che certi alimenti per lui sono come veleno.
     
    E' BENE SAPERE  CHE:
     
    "Pacca sulla spalla"
    Il cane interpreta la pacca affettuosa del suo padrone come gesto gratificante perché è sentito come una forma di sottomissione nei suoi confronti.
    È un contatto fisco che lo fa sentire rassicurato, ricordandogli la "nasata" della madre nei primi mesi di vita e l'atteggiamento che adotta un cane dominante per metterlo a suo agio.
    Se poi la pacca è seguita da una carezza, l'animale ricorda quando veniva leccato dalla mamma.
     
     

    Il cane non prova senso di colpa

    I cani non sanno cos’è il senso di colpa. Potete smettere di rimproverare il vostro cane se ritenete così di farlo sentire in colpa, neppure se abbassa la testa e vi guarda con occhioni teneri che sembrano implorare perdono.

    E’ solo una reazione istintiva al rimprovero, al fatto che gli state dicendo qualcosa con un tono che percepiscono come negativo e non al senso di colpa vero e proprio.

    Provate a rimproverare un cane che ha fatto la pipì in casa ed uno che non ha fatto nulla …. la loro reazione sarà la medesima.

     
    Il cane vede in bianco e nero?
    Non esattamente. In realtà questi animali distinguono solo una porzione dello spettro visibile, vale a dire alcuni colori. I loro fotorecettori, cioè le cellule che riconoscono i colori stessi, sono sensibili esclusivamente alle tinte blu e a quelle giallo - rosse, non distinguono al contrario, tutte quelle che tendono al giallo-verde.

     

    La dentatura completa è di 42 denti.
    Le zampe sono dotate di unghie non retrattili
    L'andatura è detta digitigrada
    Il cane è onnivoro (mangia di tutto)
    I cani riescono a percepire un suono a 24 m. mentre l'uomo riesce appena a 4 m.
    I cani riescono a captare suoni ad alta frequenza (ultrasuoni) che l'uomo non sente
    La porzione del cervello del cane deputata all'olfatto è 40 volte più grande di quella dell'uomo
    L'olfatto dei cani è da 500.000 a 1.000.000 di volte più sviluppato di quello dell'uomo
     

    Perché il cane sotterra l'osso?

    Il cane, per istinto, fin dalle sue origini ha sempre cercato di nascondere la preda (= cibo) agli altri animali.
    Se il vostro cane nasconde l'osso significa che in quel momento non ha fame o ritiene di poter essere disturbato, quindi lo nasconde per cibarsene in un secondo momento.

     

    Perché prima di mettersi a dormire il cane gira su se stesso?

    È un comportamento ereditato dal suo antenato selvatico: il lupo. Prima di mettersi a cuccia, il cane fa dei giri su se stesso per crearsi un giaciglio comodo su cui riposare.

     

    Perché difficilmente convivono cane e gatto?    

    Anche se spesso non è vero, esistono alcuni motivi reali per cui i due animali non si possono "amare".

    Probabilmente il cane non ha imparato fin da piccolo a convivere con i gatti; questo può accadere però anche con la presenza di altri cani.
    Il gatto che corre istiga l'istinto di caccia del cane: viene visto come una preda da rincorrere.
    Cane e gatto hanno modi di comunicare molto diversi: ad esempio per il cane mantenere la coda dritta in alto è un segnale di dominanza e/o sfida; per il gatto invece è una cosa normale!

     

    Può essere che il mio cane sia "razzista"?
    Sarà capitato sicuramente a tutti noi di notare che il nostro cane abbaia alle persone che sono "diverse", vuoi per il camminare, magari aiutate con un bastone, vuoi per i vestiti indossati, magari con cappelli, cappotti etc.
    Il fatto che il cane abbaia NON è certo per razzismo ma semplicemente perchè queste persone hanno delle differenze rispetto allo standard a cui è abituato il cane.
    Per natura il cane abbaia a tutto ciò che per lui è strano.
    Probabilmente se anche noi dovessimo indossare un cappotto e il nostro cane non fosse abituato a vederci in quel modo, al primo impatto sarebbe portato ad abbaiare, poi riconoscendoci dovrebbe bloccarsi.

     

    Perché il cane scodinzola ?
    La coda viene usata dal cane per descrivere le sue emozioni, egli la usa per "parlare".
    L'agitare la coda è per il cane un segno di gioia ed un evidente segno di benessere.
    La posizione della coda ha sempre un preciso significato; ad esempio la coda portata alta e dritta è sinonimo di dominanza.

     

    Perché il cane ha paura del temporale?
    La maggior parte dei cani manifestano segni di insofferenza all'avvicinarsi di un temporale.
    La paura è data dal fatto che probabilmente il cane non comprende l'origine dei fenomeni fisici che accompagnano un temporale (lampi, tuoni, vento).
    Inoltre può essere che il cane percepisca qualcosa in più dei fenomeni fisici rispetto all'uomo e questo lo mettono in uno stato di ansia e paura.
    Allo stesso modo e per gli stessi motivi il cane ha paura di tutti i rumori improvvisi e violenti (es. "botti" di fine anno ecc.), avendo anche un udito 6 volte più sensibile di quello umano.
     

     

     

     
    IL LINGUAGGIO DEI CANI

    (tratto da - Copyright 2011 - I Love my dog – Amo il mio cane)

     

     

     

     

     

     

     
     
    BATTUTE UMORISTICHE:

     

    Polo nord. L'oca: "Ho un freddo cane". Il cane: "E' vero, ho la pelle d'oca".
    Un tizio viene fermato dalla polizia stradale in auto con il cane alla guida. "Ma bene, fa guidare il cane!". "Ma veramente io ho solo chiesto un passaggio!".
    Ho smarrito il mio cane e non so come fare". "Metti un annuncio sul giornale!". "Ci avevo già pensato, ma lui non sa leggere!".
    Più gente conosco, e più apprezzo il mio cane. (Socrate)
    Se prendi un cane che muore di fame e lo ingrassi, non ti morderà. E' questa la differenza principale tra un cane e un uomo. (Mark Twain)
    Il mio cane è così intelligente che mi porta il giornale con le notizie più importanti sottolineate. (Fichi d'India)
    Il mio cane continua ad abbaiare alla porta. Non vuole che lo porti fuori, vuole che me ne vada io. (Rodney Dangerfield)
    Ho un cane così intelligente che se gli dico di fare la cuccia lui la costruisce.
    Avevo un cane stupido. Per due anni gli ho insegnato a stare seduto e si è dimenticato come si stava in piedi. (Rodney Dangerfield)
     
    Dizionario per Cani:
     
    Cavi del computer: Una sostanza poco commestibile ma ottima per la dentatura.
    Cestino della carta straccia: Si tratta di un gioco per cani riempito di carta appallottolata, involucri inutilizzati e vecchie carte di caramella. Quando ti annoi, ribalta il cestino e spargi tutte le carte in giro fin quando il tuo umano torna a casa.
    Divano: Una sostanza poco commestibile ma riducibile in brandelli
    Gatto: Una sostanza commestibile e cacciabile.
    Guinzaglio: Una corda che viene attaccata al tuo collare e che ti permette di condurre il tuo umano dove vuoi.
    Letto per Cani: Qualunque superficie pulita e soffice come ad esempio il copriletto nella camera degli ospiti oppure il divano nuovo del soggiorno.
    Postino: Una sostanza commestibile.

     

     

    Varie razze di cane:

                  

    cane affenpinscher             cane akitainu                   cane barbet        cane basset griffon vendeen

     

     

     

                  

     

     

    cane bassotto a pelo      cane bichon avanese      cane Boxer                 cane britische hunderassen

    lungo tedesco

     

     

     

     

                  

     

     

    cane chowchow                      cane corso              cane cucciolo bullmastiff

     

     

     

     

             

     

     

    cane cucciolo pastore oropa  cane_cucciolo_shibainu  cane_cucciolo_stonecornerscattle

     

     

     

     

     

     

             

     

     

    cane epagneul nano            cane_goldenretriever        cane maltese

    continentale papillon

     

     

     

     

                  

     

     

    cane mastino tibetano     cane mudi                    cane pechinese             

     

     

     

     

     

              

     

     

     

    cane siberian husky              cane welsh corgi              cane ...............?

     

     

     

     

    Mio cane

    NOTA - Il cane normalmente è libero nel cortile chiuso di circa 300 metri quadri,

    quando raramente è legato alla catena come in questa foto,

    la stessa scorre su un cavo d'acciaio per tutto il cortile di circa 30 metri lineari.

     

     

     

     

    Alcune opere Artistiche:

     

     

     

     

          

     

    Borch - ragazzo che spulcia cane               carmen azilli - labrador

     

     

     

     

        

     

    edouard manet - cane maltese             fancisco goya - due ragazzi con cane mastino

     

     

     

     

         

     

    franz marc - cane bianco                         franz marc - cane sdraiato sulla neve

     

     

     

     

         

     

    frederick w keyl - uomo con cavallo e cani da caccia   Ligabue - autoritratto con cane

     

     

     

       

     

    ludwig burckhartd - cani con selvaggina              ornella di scala - ritratto cane

     

     

     

     

        

     

    Picasso - ragazzo con cane                  Renoir - donna con cane

     

     

     

     

     

    Tiziano vecellio - ritratto Carlo V col cane

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     
     

    Webmaster - Luciano Cazzulo - 25/12/2005 - Aggiornamento 10/01/2016